Il Salone Internazionale del Mobile di Milano

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il Salone Internazionale del Mobile è il più importante evento fieristico del settore dell’arredo e dell’interior design a livello internazionale. Insieme all’evento Fuorisalone compone la Milano Design Week.

L’obiettivo della manifestazione è quella di presentare progetti di altissima qualità, in grado di unire perfettamente creatività, tecnologia, studio dei dettagli, sostenibilità ambientale e flessibilità. Non a caso tutti gli espositori sono aziende leader o nuove promesse dell’interior design capaci di realizzare soluzioni per l’abitare contemporaneo, investendo nella ricerca orientandosi grazie ad una visione consapevole del futuro. Architetti, interior designers, ditte di arredamento e illuminotecnica esporranno soluzioni innovative di grande prestigio in grado di esprimere il meglio del Made in Italy e della creatività italiana.

Contemporaneità, funzionalità e innovazione sono i punti cardine perseguiti dagli esperti del settore per questa 57° edizione Si va alla ricerca di autentiche novità sul mercato, estremamente funzionali, che rispondano però a canoni prestabiliti di alta classe, rispettosi dell’ambiente ed ecosostenibili. Questa tendenza è già stata proposta al Salone del Mobile di Mosca (10/13 ottobre 2018) ed al  Salone del Mobile di Shangai (22/24 novrembre 2018), ma solo in questa edizione sarà pienamente sviluppata.

Proprio per l’ampiezza della superficie espositiva il Salone del Mobile di Milano comprenderà diverse manifestazioni. Tra queste la principale è il Salone Internazionale del Complemento d’arredo, articolato nelle tre sezioni Classico-Tradizione nel futuro (vere opere di alto artigianato), Design (esemplari innovativi di estrema funzionalità e gusto) e XLux (prodotti di lusso contemporanei). I visitatori quest’anno potranno inoltre seguire Eurocucina/Ftk (Technology for the kitchen) ed il Salone Internazionale del Bagno, che si tengono durante gli anni pari. Mancheranno invece Euroluce e Workplace 3.0, ciclo di manifestazioni che si tengono durante gli anni dispari. Da ultimo, ma non meno importante, è il Salone Satellite, giunto alla sua ventunesima edizione, vero trampolino di lancio per i giovani designers alla ricerca dell’occasione giusta per salire alla ribalta della scena esponendo i prodotti del loro ingegno creativo.

Il Manifesto del Salone del Mobile

La manifestazione si tiene nei padiglioni della Fiera di Milano, nella nuova area sviluppatasi a Rho, in contemporanea al Fuorisalone che invece interesserà di distretti milanesi del design. A differenza di quanto accaduto durante le precedenti edizioni del Salone Internazionale del Mobile che si sono succedute a partire dal 1961 per promuovere l’arredo Made in Italy, quest’anno la manifestazione si caratterizza per essersi dotata del suo primo Manifesto.

L’obiettivo è mantenere alta la qualità della Milano Design Week e il primato del capoluogo lombardo come capitale del design. Il Manifesto si basa sui valori fondamentali dell’evento, Impresa, Emozione, Milano al Centro, Cultura, Sistema, Progetto, Comunicazione, Qualità e Giovani, che consentono di trasformare l’esposizione in un’esperienza globale. Si sottolinea sempre più lo stretto legame con Milano e la capacità della città di moltiplicare le attrattive della manifestazione e renderla un’eccellenza nel suo genere, capace di coinvolgere ed emozionare pubblico e partecipanti, divenendo un format che sta facendo il giro del mondo. Proprio come accade nel corso della Milano Fashion Week, tutti gli eventi in programma sono studiati e realizzati attraverso un intelligente gioco di squadra creativo e innovativo, in grado di sprigionare sinergie concrete e visionarie e un’alchimia complessa di cuore e di funzionalità.

Il legame con Milano

Il Salone del Mobile non è un semplice evento fieristico e non potrebbe essere replicato in un’altra città: infatti affonda le proprie radici nell’essenza stessa di Milano ed è profondamente interconnesso con il territorio locale. In questo modo è possibile sfruttare le caratteristiche e i punti di forza della comunità per dispiegare al massimo il processo di internazionalizzazione intrapreso. Il risultato consente a Milano di mantenere il ruolo di capitale mondiale del design e di attrarre progetti, idee innovative e nuove risorse sotto forma di attività aziendali, artisti affermati oppure nuovi emergenti. Senza la rete di connessioni e opportunità offerta da Milano gli oltre 300.000 visitatori e addetti ai lavori che affluiscono nel capoluogo lombardo nel corso della settimana nella quale si svolge il Salone del Mobile, non potrebbero sprigionare le sinergie positive che hanno reso questo evento fieristico unico e assolutamente imperdibile. Tutto ciò diventa possibile attraverso una potente macchina organizzativa attenta ai minimi dettagli che viene destinata alla messa a punto del miglior palcoscenico possibile con un duro lavoro di un intero anno. Appena si chiudono le porte di un’edizione si inizia a progettare quella successiva, tenendo conto dei risultati raggiunti. Proprio per il fatto che la pianificazione dell’evento viene effettuata insieme alle aziende è stato possibile trasformare il Salone in una vera esperienza globale basata sulle emozioni. In questo modo si attira l’attenzione del pubblico e si mette in atto una catena virtuosa, incentrata non soltanto sulla qualità dei prodotti presentati, sull’innovazione e sul design, ma anche sulla città e sul valore complessivo dell’esperienza. Sono presenti vari tasselli e parole chiave, che combinate insieme si valorizzano l’una con l’altra e danno un risultato finale di livello superiore rispetto alla semplice somma delle componenti.

L’entusiasmo, l’empatia, l’intraprendenza e il desiderio di guardare con occhi positivi al futuro rendono il Salone una fabbrica di emozioni.

La partecipazione al Salone Internazionale del Mobile è per le aziende motivo di orgoglio mentre per i designer si tratta di un’occasione irripetibile per posizionare i propri progetti al centro dell’attenzione mondiale. Per i visitatori si tratta dell’emozione di ammirare prodotti di alto design, magari presentati in anteprima in un contesto internazionale e dove i processi di lavorazione artigianale si fondono con le più innovative tecnologie industriali. Il tutto viene esaltato dall’atmosfera che si respira in città.

Il programma del Salone Internazionale del Mobile

Le manifestazioni del Salone del Mobile di Milano sono state studiate per rendere questo evento unico al mondo, capace di far vivere nel visitatore un’esperienza emotiva che ne raggiungerà il cuore passando attraverso gli occhi.

Durante la settimana dal 17 al 22 aprile Milano diventerà la vetrina del mondo, la capitale del design e dell’arredo, la mostra universale dell’eccellenza italiana.

Oltre alla presentazione di un ampio assortimento merceologico, il Salone è l’occasione di fare sistema in maniera artigianale e simboleggiare l’internazionalizzazione del Made in Italy e di Milano. L’esposizione sarà incentrata sulla grande mostra-installazione che vede come tema principale il rapporto tra l’abitare e la natura. In questo modo si avranno idee e spunti per progettare gli spazi interni delle abitazioni dal punto di vista green. Il punto di partenza del progetto, realizzato davanti a Palazzo Reale, in Piazza Duomo, dal 17 al 25 aprile, è portare in modo nuovo la natura all’interno della città, così da poter seguire la stagionalità e avere un rapporto più stretto e duraturo con essa. Conseguentemente lo spazio domestico viene ideato come un ambiente dove convivono in maniera equilibrata e funzionale sistemi di controllo del clima, la natura e le quattro stagioni.

Anche quest’anno il Salone del Mobile ospiterà Milano Award, premio per la creatività in grado di unire tecnologie, bellezza estetica e innovazione. Giunto alla sua terza edizione, sarà una grande occasione per giovani o affermati designer di mostrare al pubblico il meglio delle loro idee. Si svolgerà venerdì 20 aprile a Palazzo Marino.

Le manifestazioni satellite del Salone del Mobile 2018

Il programma del Salone del Mobile di Milano include un grande numero di eventi e appuntamenti di altissimo livello con grande partecipazione di operatori di risonanza internazionale.

Il Salone Internazionale del Complemento d’arredo

Il Salone Internazionale del Complemento d’arredo presenta una gamma vasta ed eterogenea di prodotti concepiti in differenti stili: classico, moderno e contemporaneo. Gli espositori rappresentano i migliori brand e marchi sul mercato in tema di oggettistica, tessili per la casa (tende, cuscini, tappeti) e ogni sorta di complementi d’arredo. Tutti i prodotti risultano essere elementi in grado di conferire particolarità e preziosità agli ambienti interni ed esterni dell’abitazione, così da donare loro calore e unicità. Tutte le novità presenti all’esposizione colpiscono l’occhio del visitatore per la profusione di colori e forme, simboli di un design ricercato e innovativo. Sono presenti oltre 200 espositori che, nello spazio dedicato di 10.000 metri quadrati, presenteranno divani, quadri, sculture, separé, fioriere, poltrone, tappeti e molto altro ancora.

Eurocucina/Ftk

Eurocucina/Ftk è il Salone Internazionale dei Mobili per Cucina e comprende al suo interno anche l’esposizione dedicata agli elettrodomestici da incasso. Si tratta dell’area più commercialmente interessante del Salone del Mobile di Milano in quanto mette a disposizione della clientela una selezione molto ampia e variegata di proposte e offerte uniche. Il settore cucine, infatti, risulta essere un settore in grado di attirare la parte forse più cospicua del pubblico, non soltanto di suscitare l’interesse degli addetti ai lavori. Ciò si spiega facilmente tenendo a mente che la maggior parte dei visitatori è orientata soprattutto a questo settore di nicchia, molto appariscente e coinvolgente in quanto rappresenta il vero cuore della casa. Qui è possibile ammirare le ultime tendenze del mercato in fatto di materiali, colori e forme. Ogni modello proposto è frutto di ricerche accurate ed è il risultato di progettazioni attente alle esigenze degli utenti finali. I designer coinvolti nello studio delle cucine esposte al Salone di Milano hanno dato vita a un connubio esaltante di eccezionale gusto estetico, ottima tecnologia innovativa, grande maneggevolezza e raggiungimento di notevole risparmio energetico. Ftk Technology for the kitchen, l’area destinata all’esposizione degli elettrodomestici da incasso, punta infine a presentare dei prodotti eccellenti per qualità, prestazioni ed efficienza energetica, ma allo stesso tempo eco-sostenibili e all’avanguardia. Tra le tipologie presenti negli spazi espositivi si ricordano forni, lavastoviglie, frigoriferi, piani cottura, tutti di classe molto elevata e dal design elegante e ricercato.

Il Salone Internazionale del Bagno

Il Salone Internazionale del Bagno propone ai visitatori mobili e accessori per bagno, vasca idromassaggio, cabine doccia, sauna, ma anche rubinetteria, sanitari, rivestimenti. La stanza da bagno, infatti, ha assunto negli ultimi anni un’importanza strategica nell’ambiente domestico come luogo di relax. Proprio per questo motivo i progettisti si sono focalizzati sempre più nell’esaltare il ruolo del bagno come fulcro del benessere. Solo in questa stanza l’uomo e la donna di oggi trovano il tempo necessario per se stessi, per curare la propria persona, ritagliandosi attimi indispensabili anche alla rigenerazione mentale oltre che fisica. Anche qui la parola d’ordine del 2018 è efficienza ed ecosostenibilità, qualità e risparmio energetico.

SaloneSatellite

Dal 1998 il SaloneSatellite è parte integrante del Salone del Mobile di Milano.E’ stato il primo evento a dedicare la giusta attenzione alle giovani promesse, diventando una vera e propria fucina in cui imprenditori e talentuosi progettisti si posso incontrare. Una fase importate della formazione accademica e professionale di queste giovani menti in quanto consente loro di ascoltare in diretta quali sono le reali esigenze imprenditoriali che, giorno dopo giorno, si confronta con il mercato e le sue volubili esigenze.

10.000 partecipanti under 35, 270 scuole internazionali di design e molti dei prototipi presentati sono stati messi in produzione.

Dal 2010 i 3 progetti migliori vengono premiati nel concorso SaloneSatellite Award.

I padiglioni Salone del Mobile

Sono previsti oltre 5.000 giornalisti e più di 300.000 visitatori appartenenti a 165 Paesi diversi. Il Salone del Mobile sarà quindi un vero e proprio palcoscenico dove presentare le ultime tendenze del design e dell’arredamento, soluzioni innovative e creative. Ragion per cui il numero degli espositori supererà i 2.000 stand (dei quali il 40% provenienti dall’estero), che saranno riuniti in diversi padiglioni, numerati dall’1 al 20, per andare a coprire un’area espositiva di oltre 200.000 metri quadrati che sorgono ai due lati del Corso Italia Est, del Corso Italia Ovest e della Porta dei Mari

http://www.salonemilano.it/manifestazioni/mappa-manifestazione.html

Per gli espositori l’area dei padiglioni sarà aperta con orario continuato dalle 9:30 alle 18:30 dal 17 al 22 aprile, mentre l’accesso al pubblico è garantito soltanto sabato 21 e domenica 22 aprile. Partecipare al Salone del Mobile è anche un’opportunità imperdibile per gli addetti di incontrare il proprio target, sia per quanto riguarda le altre aziende specializzate nell’arredamento e nel design che per il pubblico. Si tratta di un modello di alto livello, ben strutturato e consolidato che consente di creare una rete di contatti e di opportunità in quanto rapporta professionisti, decision maker ed esperti.

Al tempo stesso, grazie alle numerose connessioni e sinergie, permette di realizzare una vera e propria design community a livello internazionale. Per poter accedere agli spazi espositivi della manifestazione il pubblico deve effettuare la registrazione obbligatoria. I visitatori sono classificati all’interno di differenti categorie: per ognuna è stata pensata un’apposita modalità di ingresso. Si tratta di un accorgimento studiato con l’obiettivo di rendere più facile e veloce l’ingresso per il pubblico, considerando anche l’alto numero di visitatori di ogni edizione.

Negli ultimi anni Milano è stata oggetto di incisivi interventi urbanistici e toponomastici, che hanno mutato sia la struttura cittadina che i flussi e le prospettive delle persone. Sono quindi presenti più spazi di aggregazione interconnessi tra loro che traggono forza l’uno dall’altro. La scelta di ospitare il Salone del Mobile nel quartiere espositivo di Rho progettato da Massimiliano Fuksas ha permesso di trasformare in laboratori di creatività e sperimentazione aree decentrate. Gli eccellenti collegamenti con il centro di Milano consentono di avere un Salone diffuso perfettamente organizzato e funzionale (come arrivare). Tutto possibile grazie alle efficienti linee metropolitane e ferroviarie ad alta velocità. Occorrono soltanto 60 minuti per arrivare dalla città di Bologna e 50 minuti da Torino.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

L’idea del Salone diffuso si basa sul progetto di trasformare l’evento fieristico in un’occasione di promozione del contemporaneo in ogni suo aspetto e del patrimonio culturale e artistico di Milano. Proprio per questo motivo la Milano Design Week viene vista come una manifestazione multidisciplinare, dove linguaggi, stili e forme espressive differenti si incontrano per ispirare la creatività di oggi e di domani. Inoltre questa decisione consente di valorizzare appieno le eccellenze culturali milanesi, come i Musei Civici, il Teatro alla Scala, la Triennale, la Pinacoteca di Brera e il suo distretto creativo Brera Design District.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi